Non sapevo di avere un no-vax in casa (di S. Renda)

“Ho l’opportunità di ricevere il vaccino anti covid tra una settimana. Ma penso di rifiutare”. Me l’ha detto mentre stavamo cenando, buttato lì tra un “com’è andata la settimana” e “certo che in questi giorni sta facendo davvero freddo”. Eccola lì, una persona a me cara, che per privacy chiamerò “Familiare Zero”, che mi confessa il suo rifiuto (da HuffPost Italia)

           

https://www.facebook.com/Repubblica/posts/10161122094911151

Ma una persona sarà libera o no di decidere della sua vita e di ciò che crede sia meglio per lui? Premetto che non sono assolutamente contraria ai vaccini ma i vaccini quelli veri, nel senso testati da anni e che veramente evitano la morte come potrebbe essere il virus del morbillo... Io personalmente, apparte che non posso vaccinarmi perché la mia malattia non me lo consente (mai stata così felice di avere il lupus), non ho alcuna intenzione di farlo ripeto ne io e ne le mie figlie ( fortunatamente ancora non sedicenni) non alcuna certezza di cosa ci sia dentro, non sò se fra qualche anno potrebbe agire in maniera negativa, zitto zitto si insinua magari creando qualcosa nel mio sistema immunitario al quale poi non ci sarebbe rimedio e la cosa non è così improbabile visto che a seconda della fascia di età il tipo di vaccino è differte sia per gli eccipienti impiegati che la diversa provenienza (per i pazienti anziani è più leggero infatti non ci sono stati molti casi di reazione esagerata mentre per la fascia più giovane è più invasivo e 9 su 10 che lo hanno fatto hanno avuto una reazione abbastanza aggressiva lo ho potuto verificare personalmente)però detto questo se qualcuno che conosco ha intenzione di farlo io non mi sentirei mai né di giudicare la sua scelta e né di avere la certezza che stia sbagliando


ANCHE IO IN FILA PER IL VACCINO

I vaccini, a quanto dicono gli scienziati ( e alla parola degli scienziati, come spiega il prof. Burioni, noi ignoranti dobbiamo credere ciecamente) non garantiscono l'immunità e non consentiranno di essere esentati nè dalla mascherina nè dalle altre misure di distanziamento.
Dovranno per questo essere ripetuti ogni anno, naturalmente per il nostro bene (lo dicono gli scienziati e io credo alla loro parola.).
Alcune persone in perfetta salute sarebbero per la verità morte nei giorni successivi all'inoculazione, ma, come spiegano gli scienziati (e io credo agli scienziati) si tratta solo di coincidenze.
Se poi è vero che il Regno Unito e Israele vantano la più efficace ed estesa campagna vaccinale (e per questo, come dicono gli scienziati,a cui io credo, devono essere elogiati), non sembrerebbe che i vaccini facciano diminuire nè i contagi, nè i decessi. In entrambi i paesi, infatti, gli uni e gli altri sono stabilmente sui loro massimi da due mesi, ma si tratta sicuramente, come ci spiegano gli scienziati ( e io credo agli scienziati) di un banale dettaglio: i vaccini hanno un effetto a scoppio ritardato e i loro vantaggi li vedremo in aprile ed in maggio ( e quando in aprile e maggio gli scienziati ci spiegheranno che il crollo dei decessi e dei contagi è dovuto al vaccino e non alla primavera io crederò loro).
Alla luce di queste evidenze e della parola degli scienziati ( a cui credo ciecamente) mi metterò in lista per fare il vaccino.
Siccome sono una persona cortese mi metterò alla fine della coda. Lascerò il mio posto agli scienziati e a tutti coloro che vogliono assumere questa panacea. Facciano pure il primo , il secondo, il terzo, il centesimo richiamo. Io non ho fretta. Sono generoso e lascerò passare senza alcuna protesta i bisognosi.
Ho molto tempo a disposizione. Sono disposto ad attendere. Un giorno , un mese , un anno, un decennio per me non fa differenza. Mi sacrificherò per il bene di tutti. Sono disposto ad attendere due, tre, quattro decenni. Quando sarò passato a miglior vita, senza aver fatto il vaccino, verrò ricordato per il mio altruismo.
E, naturalmente, per la mia fede negli scienziati (alla cui parola, sia ben chiaro, io credo e a cui auguro tutto il bene possibile).


+