Renzi: "Un suicidio tornare al voto, il Pd ci pensi bene. Da separati si perde tutto"

L’ex premier: "La legislatura deve arrivare al 2023 e senza nuove tasse oppure sarà disfatta in Regioni e collegi. Conte? Oggi lo aiutiamo, del doman non v’è certezza"

           

https://www.facebook.com/Repubblica/posts/10159450150441151

Caro fu Senatore semplice di Firenze, mi dica, allora dobbiamo persistere a vivere in questo stato vegetativo? Dai, sappiamo tutti che l'operazione ferragostana da lei fatta, più che salvare il Paese, è stata fatta per ridurre minimi termini il mai da lei amato PD. Tutti noi ricordiamo tale scellerata operazione: il governo giallorosso si doveva fare, se no, SCISSIONE! E il direttivo del PD, nonostante le forti perplessità e contrarietà, cosa fa? Asseconda il suo volere, in nome dell'unità. Poi, ecco, la genialata: scindersi e creare il proprio partitino di Yesman due giorni dopo il giuramento del governo Conte II, il governo che sarà ricordato dalla storia come il più odiato, persino di quello Monti... Il tutto orchestrato con una finalità: far sparire il PD dallo scenario politico italiano!

È vero, le elezioni anticipate avevano più senso ad agosto, perché avremmo messo spalle al muro il suo omonimo, perché, per poter mantenere a tutte le sue promesse, avrebbe dovuto fare lui una Finanziaria lacrime e sangue. Invece, come al solito, quando si tratta di fare il lavoro sporco, il PD deve assumersi tutte le responsabilità...

Ah, se fossi Zingaretti avrei staccato la spina prima ancora di arrivare al 50% della ricarica. Invece, dobbiamo fare il suo gioco, fu senatore semplice di Firenze che, a quanto pare, si è messo in testa di distruggere il più grande partito di centro-sinistra rimasto!


+