"Ha fatto anche cose buone": le fake news su Mussolini smascherate

Operazione: smontare le bufale messe in circolazione oltre 70 anni fa da Mussolini e dal fascismo

           

https://www.facebook.com/Repubblica/posts/10159794573211151

Per uno come me che ama i libri, l’idea di alberi tagliati per fare carta solo per pulirsi il sedere (tempo qualche secondo e si butta via) mi ha sempre fatto pensare ad un terribile spreco. L’idea (della storia che si srotola) che ogni giorno milioni di persone si puliscono il culo con la carta igienica non mi va a genio.
Voglio promuovere l’uso della carta riciclata... quale miglior occasione di questa?
“La repubblica” non è un giornale da leggere, e’ solo carta da culo, va usato con parsimonia perché costa... ma e’ una vera soddisfazione, così salviamo l’ambiente , salviamo il mondo è iniziamo la vera rivoluzione.


Sig Serena Anzalone Cheroiu, se lei può oggi dire queste parole... E xche quel dittatore che lei afferma abbia fatto cose buone, e stato sconfitto! Ecco, ci fosse ora, sa la cosa che farebbe? Le impedirebbe di esprimere il suo pensiero xche vede... La dittatura è questa! La storia va studiata e non va confusa con la memoria soggettiva! Il coltello dalla parte del manico ricordo che a quel tempo l aveva proprio Mussoluni e i suoi fedeli! Allora le regole erano a senso unico... Erano regole solo x la gente che subiva la dittatura! Ora e sempre resistenza! W la democrazia!!


Uno spregiudicato opportunista che si è distinto per incoerenza politica e morale, un uomo che nasce anticlericale ed antimilitarista, fuggito in svizzera per non essere arruolato,e quindi disertore, sarà riabilitato solo perché amnistiato dal sovrano, grazie alla nascita dell'erede al trono.Riuscira' a garantirsi il potere grazie al timore di un sovrano complessato e ossessionato dalla deriva comunista in Italia (secondo dinamiche simili a quanto avvenuto in Russia),durante il biennio rosso, a cavallo tra il 1919 1920, un uomo definito nuovo che si è distinto per incapacità ed inadeguatezza, almeno questo era il parere che di lui avevano i segretari di partito, primo tra tutti Farinacci, che il duce come di consueto,si affrettera' ad epurare perché la offuscava da antagonista la sua figura politica.Un anticlericale che per opportunismo politico siglera' con la chiesa cattolica nel 1929 i patti lateranensi, e che da antimilitarista sosterrà dalle colonne del suo giornale il popolo d'Italia, grazie ai finanziamenti giunti dalla Francia e dall'imprenditoria italiana interventista, l'ingresso in guerra nel 1915.Un socialista antimilitarista che durante la guerra italo libica si batterà contro il suo avversario politico Giolitti per evitare la campagna militare contro la Turchia, cercando di fermare personalmente i convogli ferroviari dri militari che partivano per il fronte, definito all'epoca la quarta sponda.Un antimilitarista che trascinerà il suo paese in un conflitto che causerà l'umiliazione politica internazionale del paese,che sosteneva di amare, perché a lui ciò che sostanzialmente interessava da uomo di potere egoista, era mettere sul tavolo delle trattative post guerra,alcune decine di migliaia di morti per ottenere rivendicazioni territoriali a guerra finita, se solo quella guerra fosse stata vinta, ma per scarsa lungimiranza così non andò...Un opportunista convinto che il suo capo dal quale riceveva ordini perentori,avrebbe vinto facilmente la seconda guerra mondiale mentre sarà trascinato nel baratro, poiché nonostante la sua volontà,non riuscirà a liberarsi di colui che era divenuto uno scomodo ed esigente alleato.Insomma un uomo che ha fatto anche cose buone...tipo le leggi razziali, (nonostante durante la dirigenza del popolo d'Italia abbia intrattenuto rapporti sentimentali con una affascinante giornalista ebrea di nome Margherita Sarfatti,ma il corpo degli animali ha necessità che esulano dalla retorica politica....)la soppressione dei diritti civili e politici, l'abolizione della libertà di stampa, e di associazione etc...non capisco davvero come,specialmente le donne,che lui si atteggiava di usare per soddisfare i suoi istinti più bassi, possano manifestare nostalgia per quel periodo storico, e per quest'uomo, che mal governò per 20 anni...anzi si,credo che il male si chiami ignoranza, almeno lo spero, perché da quello si può guarire...Un uomo nuovo più simile ad una bestia, che in buona sostanza non aveva capito, che l'amore per un popolo, è conquista e non possesso.



Penso che non sia intelligente sperticarsi a dire che tutto fosse pessimo altrimenti persecuzioni o meno, il popolo non lo avrebbe seguito e si sarebbe ribellato. Il problema non è se c'è qualcosa che potesse essere buono, non ha importanza, ma ciò che è sbagliato in modo consolidato, ed è sbagliato per principio come ogni regime totalitario, oscurantista, di propaganda cieca, repressivo e liberticida. Cosa c'è da temere a guardare al passato con lucidità, senza apparire sempre così isterici? Si perde di credibilità quando tutto deve essere bianco o nero, penso che sia possibile discuterne serenamente, sarebbe l'unico modo per superarlo e lasciarlo definitivamente al passato, senza barricate di incomunicabilità. Si ottiene sempre il solito risultato, chi urla e chi si tappa le orecchie. Ora dovrò sorbirmi l'attacco di qualche haters lo so, la moderazione e la calma non sono accettate. Detto ciò è bene sgombrare il campo da leggende, tuttavia avrei inserito anche qualche risultato decente, giusto per dargli un tono più saggistico, storico, invece che un libro di parte, che ripeto, non ottiene l'obiettivo di essere accettato da tutti; magari un compendio di tutti i totalitarismi/dittature, chissà se esiste.


+