Allarme prezzi per la fase 2. E spunta anche il "contributo per la sanificazione"

La denuncia delle associazioni dei consumatori: rincari in bar e parrucchieri. Federconsumatori: "Serve osservatorio provinciale". Unione Nazionale Consumatori: "Rischio che gli aumenti si sedimentino"

           

https://www.facebook.com/Repubblica/posts/10160212712561151

Ancora una volta a pagarne le spese saranno i consumatori. Vi ricordate cosa è successo quando è arrivato l’euro? Stesso copione. Ma questa volta, che siate imprenditori, commercianti, baristi, parrucchieri oppure estetisti, avete mosso la pedina sbagliata perché a pagare un caffè 1,30 €, 1,50€, 2 € ci sarà chi ha perso il lavoro, chi aspetta la cassa integrazione e perfino chi mangia insalata per lasciare la carne ai propri figli perché un lavoro - a differenza vostra - non c’è l’ha più. Un caffè 1,30€, no non adesso. Mi dispiace. Dove sono i controlli? E noi rifiutiamoci di pagare di più!


+