Coronavirus, il bollettino del 21 maggio: meno di 10mila ricoverati, altri 156 morti

           

https://www.facebook.com/Repubblica/posts/10160215467551151

Dopo due mesi e mezzo ancora dite che in giro c’è troppa gente. Troppa gente nel parchi, nei giardini, nelle spiagge, nelle zone pedonali. “Sono indiniato!1!1!1” “restate ha kasa1!1!2!2” “poi la Genteh si hammala1!1!1”. Questi siete voi. I prefetti da social network. Ma chi decide chi deve andare al parco e chi no? Chi decide di privare l’individuo della libertà individuale? C’è il sole, è bel tempo, stare all’aria aperta fa bene e sembra che solo lo 0,3% dei contagi sia avvenuto all’esterno. Fatevi una passeggiata e non rompete i coglioni, è dovere civico comportarsi secondo le regole, rispettare le distanze. Siamo stati chiusi in casa 2 mesi e mezzo, se una persona che vive in città con poche zone verdi vuole fare due passi con gli amici in un parco, dovete capire che non siamo in un Gulag e voi non siete né dei Kapó, né i direttori delle nostre stupide “testate giornalistiche” che sparano i titoloni che tanto vi caricano a molla.


+