2 Commenti

"È un male che affligge tutte le economie sviluppate. Le aspettative di realizzazione sociale sono una spada di Damocle per tutte le nuove generazioni degli anni Duemila: c’è chi riesce a sopportare la pressione della competizione scolastica e lavorativa e chi, invece, molla tutto e decide di auto-escludersi...
Molto spesso viene confuso con sindromi depressive e nei peggiori casi al ragazzo viene affibbiata l’etichetta della dipendenza da internet. Una diagnosi di questo genere normalmente porta all’allontanamento forzato da qualsiasi dispositivo elettronico, eliminando, di fatto, l’unica fonte di comunicazione con il mondo esterno per il malato: una condanna per un ragazzo hikikomori."

Per chi sta commentando a vanvera senza manco leggere il contenuto dell'articolo.


Link: http://www.vin3.org/index.php?c=article&cod=112052&lang=IT#vin3Comment-513008
----------------------

Possibilmente sti ragazzi sono senza lavoro e questa cosa li fa sentire a disagio e gli scassa la min•••a uscire e sentirsi dire dalle persone che li conoscono sempre le stesse cose come “non sei riuscito a trovare lavoro ancora?” oppure “sei fidanzato?” E altre cagate simili. Perché spesso la gente i ca••i propri non se li sa fare e fa facile a giudicare le persone con frasi tipo “questo basta che se ne sta a casa, davanti alla tv o al pc, coccolato e riverito, chi glielo fa fare a trovarsi un lavoro...”. Magari qualcuno di ste persone è più sensibile delle altre, gli dà fastidio sentirsi dire certe cose perché possibilmente fa di tutto per trovare lavoro e non riesce, e di certe cose ne risente e si chiudono in casa, da soli con se stessi.

Link: http://www.vin3.org/index.php?c=article&cod=112052&lang=IT#vin3Comment-513009
----------------------