Quasi 2 milioni e mezzo di persone prendono il reddito di cittadiannza, ma solo 40mila hanno trovato lavoro

Meno del 2% dei beneficiari totali

           

https://www.facebook.com/Repubblica/posts/10159798457206151

Mentre qualcuno definisce una 'follia' il Reddito di cittadinanza, la Commissione europea, al contrario, nelle stime economiche di inverno attesta che in Italia l'introduzione della misura sosterrà la crescita e spingerà i consumi privati.

E anche la Corte dei Conti riconosce i significativi passi in avanti fatti dall'Italia dopo anni di immobilismo, in tema di politiche attive del lavoro, che sono un pilastro della misura.

È davvero singolare che in un Paese con 5 milioni di persone in povertà assoluta, ancora ci sia qualcuno che continui a cimentarsi senza successo in narrazioni strumentali.

Ad oggi tra Reddito e Pensione di cittadinanza siamo riusciti a raggiungere una platea di 1.041.462 nuclei familiari, per un totale di 2.513.925 persone, mentre tra i percettori occupabili 29 mila persone hanno già trovato un lavoro.

Il prossimo step è introdurre anche in l'Italia una legge sul salario minimo, così come avviene in 21 Stati membri su 27 dell'Unione europea, e dare una risposta seria a circa 5 milioni di lavoratori poveri.


Un articolo degno di questo giornale.
Io non credo di essere un cervellone , ma fin dall'inizio della proposta del reddito di cittadinanza , era semplice capire che esistevano i poveri perché non c'era lavoro .
Quindi , tutti o quasi , avevano capito che non aveva lo scopo di trovare lavoro ma quello di sfamare le persone in grave crisi economica.
Chiunque con un po' di cervello, lo ha capito.
La vostra statistica fra l'altro promuove a pieni voti il reddito, visto che alcune decine di migliaia di persone hanno trovato lavoro, cosa insperata in tempi così brevi.
In bella sostanza con il vostro articolo , contrariamente al vostro scopo , avete alloggiato il reddito , che non solo ha aiutato i poveri, ma addirittura ha creato lavoro.


La Commissione UE ci fa sapere che il Reddito di Cittadinanza avrà un impatto positivo su consumi e crescita, da qui al 2021, mentre la Corte dei Conti riconosce importanti i passi avanti fatti sul fronte delle politiche attive del lavoro proprio grazie a questa misura. Quando abbiamo pensato al Reddito di cittadinanza, già presente in altri Paesi europei, abbiamo sempre detto che non era un semplice sostegno economico, ma una misura di politica attiva del lavoro che avrebbe contribuito al rilancio dell’economia reale del nostro Paese. Il Reddito di Cittadinanza ha obiettivi ambiziosi: riduzione della povertà, spinta ai consumi, reinserimento lavorativo e aumento dell’inclusione sociale. Col tempo l’impatto positivo di questa misura sul mondo del lavoro e sulla nostra economia sarà sempre più visibile. Siamo certi che la crescita sarà ancor più forte grazie al salario minimo orario, altra battaglia storica del MoVimento 5 Stelle, che presto diventerà legge. Noi non molleremo sulla giustizia sociale, non molleremo sul taglio del numero dei parlamentari. Non molleremo sì, perché il tempo ci ha dato ragione e ce ne darà ancora. Chi ci ha criticato dovrà ricredersi proprio come è già successo. Noi non molliamo perché siamo il MoVimento 5 Stelle!



Mamma mia non se ne può più.
Non pensano mica ai furti fatti al demanio pubblico in nome del progresso, no, no ma a 4 soldi dati a persone sfortunate socialmente.
Mi raccomando domenica tutti in chiesa a fare la comunione, tutti bravi e devoti, ma un centimetro fuori dal luogo sacro, si salvi chi può.
Mose
PEDEMONTANA
Variante di VALICO
Val di Susa
Ponte sullo stretto di Messina
Salerno REGGIO CALABRIA
Monte PASCHI di Siena e relativa cordata di banche fallite in ultimo la popolare di Bari
Se ho omesso qualcos'altro per favore aggiungete.

No il reddito di cittadinanza è un SACRILEGIO micidiale non i furti e fallimenti vari con liquidazione da favola ai manager


+